Il Tesoro di Siena

Pavimento del Duomo di Siena - Navata destra Sibilla Cumana (italica) - 1482 Disegno di Giovanni di Stefano Due angeli in volo recano un cartiglio con la scritta "ultima cumaei venit iam carminis aetas magnus ab integro saeclorum nascitur ordo iam redit et virgo, redeunt saturnia regna, iam nova progenies caelo demittitur alto" (È ora sopraggiunto l’ultimo periodo del carme cumano, un grande ordine delle età è rinato, ora ritorna la Vergine; ritornano i regni di Saturno. Ora una nuova progenie è inviata dall’alto del cielo) Foto di Sailko su Wikimedia Commons

Pavimento del Duomo di Siena - Navata destra
Sibilla Cumana (italica) - 1482
Disegno di Giovanni di Stefano
Due angeli in volo recano un cartiglio con la scritta "ultima cumaei venit iam carminis aetas magnus ab integro saeclorum nascitur ordo iam redit et virgo, redeunt saturnia regna, iam nova progenies caelo demittitur alto" (È ora sopraggiunto l’ultimo periodo del carme cumano, un grande ordine delle età è rinato, ora ritorna la Vergine; ritornano i regni di Saturno. Ora una nuova progenie è inviata dall’alto del cielo)
Foto di Sailko su Wikimedia Commons

Pavimento del Duomo di Siena - Navata destra Sibilla Cumea (ionica) - 1482 ca. Disegno di Giovanni di Stefano (attr.) Esecuzione di Vito di Marco e Luigi di Ruggiero detto l’Armellino La Sibilla reca un cartiglio con la scritta “et mortis fatum finiet, trium dierum somno suscepto tunc amortuis regressus inlucem veniet primum resurrectionis initium ostendens” (Egli porterà a termine il destino di morte dopo un sonno di tre giorni. Poi, di ritorno dai morti, verrà alla luce mostrando per la prima volta l’inizio della Resurrezione) Foto di Sailko su Wikimedia Commons

Pavimento del Duomo di Siena - Navata destra
Sibilla Cumea (ionica) - 1482 ca.
Disegno di Giovanni di Stefano (attr.)
Esecuzione di Vito di Marco e Luigi di Ruggiero detto l’Armellino
La Sibilla reca un cartiglio con la scritta “et mortis fatum finiet, trium dierum somno suscepto tunc amortuis regressus inlucem veniet primum resurrectionis initium ostendens” (Egli porterà a termine il destino di morte dopo un sonno di tre giorni. Poi, di ritorno dai morti, verrà alla luce mostrando per la prima volta l’inizio della Resurrezione)
Foto di Sailko su Wikimedia Commons

1 / 143